www.geloso.it

www.geloso.it

Gelosia: che fare?

Primo: informarsi.
Accanto all’educazione sessuale, è sempre più necessaria (di più: urgente) un’ “educazione sentimentale”. Se si sa che la gelosia non è uno dei sintomi dell’amore, ma la prova della sua assenza, quando si comincia ad essere gelosi è più facile farsi l’unica domanda giusta: cosa provo per questa donna, e lei cosa prova per me?
E rispondersi: meglio lasciar perdere. Il geloso deve sapere che non può vincere. Il sospetto sarà sempre presente, e diventerà sempre più forte. E non ci sarà smentita, o rassicurazione,  che tenga. Sul piano del rapporto, la sconfitta già c’è stata.
Istruzioni per la partner del geloso: tranquillizzarlo dicendogli “ti amo” (quando non è vero) è inutile, e pericoloso: lui non ci crederà, e a ragione. Meglio dirgli: “Non ti amo, però ti preferisco a tutti gli altri,per il momento”. A lui probabilmente non basterà, e allora forse bisognerà separarsi.
L’amore, lo si è detto, è sincerità e onestà. Un’onestà facile, spontanea, che perciò non costa alcuna fatica. Ma essere  sinceri quando l’amore non c’è: essere così onesti da dirselo, è più difficile,se non impossibile. Perché è faticoso, e fa male a tutti e due. Però è necessario,  per evitare una vita di sofferenza ad entrambi: per salvare il proprio futuro. E in qualche caso, per salvare la pelle. Perché la gelosia è un delirio: e con i deliri non si scherza.
Per concludere, una considerazione: tutti credono di sapere cos’è l’amore, e di averlo sperimentato sul campo. Per qualcuno è vero, ma per molti no: l’amore è evento raro.
Con quest’affermazione non si vuole infrangere un’innocua illusione: al contrario, si vuole aiutare la gente a non mettersi nei guai. Scambiare per amore un ’attrazione anche forte, come quella del colpo di fulmine, è infatti sicuramente qualcosa di molto romantico, ma è pure estremamente pericoloso. Non solo perchè è la strada più facile per arrivare ad una gelosia che avvelena  entrambi.No,questo errore di valutazione ha come conseguenza, assai di frequente, prima di tutto il matrimonio: e i figli che ne conseguono non sono frutto dell’amore, ma di uno stupido equivoco.  Che pagheranno tutti (figli, e genitori) molto caro.
Per tornare alla gelosia, la si impieghi come test. E’ facile: se c’è, non siete innamorati.
Ovviamente, al contrario non funziona: l’assenza della gelosia non vuol dire che l’amore c’è: tutt’al più, che non c’è neppure l’attrazione fisica…

google html
ads banners